Final Fantasy XIII-2 Recensione Xbox 360 PlayStation 3

Inserito il 19 aprile 2012 da videogamers

Genere: GdrXbox 360/PlayStation 3 – Sviluppo: Square-Enix

Recensione a cura di: Shinesephirot

Final Fantasy XIII-2 è uno dei seguiti appartenenti a una saga di GDR (Gioco Di Ruolo) più famosa in tutto il mondo, che conta alle spalle 25 anni di storia e una rosa di capitoli tutti diversi. Soffermandosi su questo seguito e sul predecessore si può dire che facciano parte di un progetto nella serie, ovvero Fabula Nova Crystallis (La Nuova Favola Del Cristallo) che come dice il nome tutto girerà intorno a questi cristalli e nelle vicende legati a essi.

STORIA
Le vicende di questo grande seguito si vanno a collegare direttamente alla fine del tredicesimo capitolo, riprendendo le vicende di Lightning e compagni alle prese con una nuova minaccia e alla sparizione di Lightning in un mondo dove regna il caos. In Final Fantasy XIII-2 avremo in mano le sorti di Serah Farron sorella della protagonista del precedente episodio che viaggerà attraverso il tempo alla ricerca dell’amata sorella Lightning e sarà accompagnata da una delle new entry di questo capitolo Noel Kriess, co-protagonista unico sopravvissuto della sua epoca armato di due spade speciali, inizialmente dice di avere dei vuoti di memoria e viaggiando nel tempo cade svenuto dal cielo prontamente salvato a Valhalla da Lightining, quest’ultima gli affida la missione di trovare sua sorella Serah e consegnare un arcospada  arma che si trasforma all’occasione e diventa uno dei loro compagni di viaggi, un moguri di nome Mog. Creatura magica famosa della serie Final Fantasy che in questo capitolo all’inizio appare timido e indifeso, ma con il tempo sempre più loquace, diventerà la mascotte della squadra e avrà anche lui un grande ruolo ben definito dentro a questa grande avventura.

ASPETTO TECNICO
Per quanto riguarda il comparto tecnico siamo ad alti livelli di programmazione e peculiarità, una storia non soltanto bella da vivere ma anche da vedere. Il risultato ottenuto in questo capitolo è leggermente superiore a quello del precedente rendendo il tutto ancora più armonioso e vitale, l’aspetto delle texture, effetti luce, personaggi e nemici sono delle grandi opere disegnati e realizzati da mani davvero esperte. I filmati in computer grafica sono alcuni dei più bei visti in un videogicoco che sapranno portarti come in un film a vivere in primo piano le vicende di questa grande avventura.

Square-Enix stupisce sempre grazie all'eccellente comparto grafico, sia nei filmati che in gioco

GAMEPLAY
L’aspetto del gameplay non è molto diverso dal tredicesimo capitolo sicuramente più ricco e con non indifferenti novità. I viaggi nel tempo vi porteranno a visitare grandi aree in diverse epoche e affrontare la grande avventura in questo fantastico capitolo. Il cristallium per l’avanzamento di livello è rimasto, anche se con qualche novità e completezza come per gli optimum, con le varie classi di specializzazione come l’attaccante per gli attacchi fisici e l’occultista per la magia etc etc.. ancora più precisi nel raggio d’azione e quindi nella decisione se attaccare con tutti lo stesso nemico o con ognuno il suo rendendo più tattico  l’attacco in battaglia.
Il Combat sistem resta abbastanza invariato tranne che per i mostri, che prima visibili sulla mappa di gioco, adesso spunteranno come incontri casuali che grazie al Cronoradar, strumento usato da Mog in vari modi nel gioco, con  la giusta tempistica nella pressione del pulsante attacco andando a segno in base alla velocità avrete dei bonus sulla battaglia che vi permetteranno con grande agevolamento di superare anche i nemici più ostici. Novità importante è l’aggiunta del reclutamento dei mostri che vi daranno grande supporto e in alcuni casi saranno anche di vitale importanza, il lato negativo sta nel fatto che non vi ritroverete a usare altri personaggi se non i due protagonisti che paragonato al precedente episodio ne sentirete la mancanza ma che ritroverete sotto un altra forma (non giocabile) nel corso della storia, il problema comunque verrà fuorviato dall’oltre centinaio di mostri da catturare, livellare e usare tutti con abilità differenti e attacchi speciali per ognuno di loro. L’aspetto positivo è il cambio personaggio, che durante gli scontri mentre prima con la morte del leader riducevi tutto a un game over, adesso vi ritroverete a usare Serah o Noel in base al personaggio K.O. in modo da potersi riprendere più facilmente. Altra mancanza sono gli esper o le cosidette invocazioni dei capitoli di Final Fantasy che in questo seguito sono state tolte e per ritrovarne uno con l’uso minimizzato come mostro da catturare.

Molto più di un arma...a voi il piacere di scoprire questo fantastico oggetto. Final Fantasy si distingue sempre per l'originalità delle armi

Durante la fase esplorativa, ridotta nel precedente capitolo, qui vi ritroverete a girare per enormi città, lande e scenari montuosi per trovare i vari tesori nascosti, qui entra in scena  Mog che non si limita all’uso del cronoradar per farli apparire ma anche tramite lancio a raggiungere zone altrimenti inacessibili recuperando oggetti utili al compimento sia delle missioni principali che di quelle secondarie molto più numerose e varie del semplice trova il mostro, elimina e ritira ricompensa del tredicesimo capitolo. Una delle novità è la possibilità di saltare liberamente, mentre prima era possibile solo in certi punti oltre alle varie sessioni di minigiochi slot machine e le corse dei chocobo, ovvero i grandi pennuti gialli simili a struzzi famosi nella serie Final Fantasy che non solo userete durante le corse ma anche come mezzo di trasporto nelle mappe, nutrendoli di erbe ghisal vi porteranno in breve tempo in vari punti senza che i mostri vi attacchino e per completare il tutto anche utilissimi se catturati in battaglia. Una delle pecche da fare su questo grande titolo è la longevità del gioco che senza missioni secondarie in circa 30 ore si mette fine alla grande fantasia finale lasciando i fan delle serie un po’ delusi dalle aspettative delle cinquantine d’ore dei vecchi titoli.

SONORO
La grande colonna sonora di questo titolo è una delle più belle d’ascoltare, travolgente ed emozionante uscita dalla grande mente di Masashi Hamauzu che nonostante abbia deciso di lasciare casa Square ha voluto partecipare all’ultimo progetto come realizzatore dell’intera colonna sonora di questo grande seguito. L’intera OST di Final Fantasy XIII-2 sarà pubblicata in 4 dischi da collezione che alcuni fortunati troveranno compresa nelle versioni Crystal del gioco e una ridotta in un disco solo con la migliore scelta nella versione collector.

La favolosa colonna sonora saprà emozionarvi in moltissime occasioni, merito di Masashi Hamauzu

DLC & VERSIONI  D’ USCITA
Saranno presenti moltissimi DLC (DownLoadable Content o Contenuto Scaricabile), dai molteplici costumi alle sfide impegnative per la cattura di mostri esclusivi fra cui i personaggi del precedente episodio, ultimamente è stato rilasciato anche un DLC che aggiunge nuovi minigiochi e la storia di una vecchia conoscenza del tredicesimo capitolo, Sahz.
Le varie versioni del gioco in uscita sono 3 che vanno dal semplice gioco alla versione Collector, contenente una copia del gioco, cartoline, un’immagine lenticolare di Lightining e un disco con un’esclusiva scelta fra i migliori brani dell’intera colonna sonora di Final Fantasy XIII-2 e infine la versione per i veri collezionisti, la Crystal edition contenente una maglietta con una stampa di esclusiva del gioco, cartoline, artbook, immagine lenticolare di Lightining, copia del gioco e l’intera colonna sonora del gioco in 4 dischi.

COMMENTO
Final Fantasy XIII-2 è un gran titolo, anche se con qualche pecca, che gli amanti dei giochi di ruolo non possono perdersi assolutamente nella propria collezione, anche se dopo la delusione di molti del precedente capitolo non hanno visto questo titolo di buon occhio precludendosi su una falsa valutazione, invece i fan della saga vedendo oltre, lasciando pregiudizi infondati sono rimasti estasiati e in trepidante attesa per l’uscita di questo seguito.

Final Fantasy XIII-2 ha tutte le carte in regola per essere apprezzato anche dai giocatori che per la prima volta si avvicinano a un gioco di ruolo, un po’ per l’esperienza narrativa e un po’ per lo stile grafico che lascerà a tutti un grande segno coiì come la storia di Serah e Noel. Gameplay e sonoro soddisfano a pieno ritmo l’avventura anche se diventa un pochino frustante in certe zone la presenza ossessiva dei nemici, un po’ più complesso il sistema di avanzamento livello e con il comparto optimum che dopo il tutorial e una serie di prove risulta naturale. Concludo dicendo che come fan e videogiocatore è davvero un ottimo acquisto. Consiglio a tutti di giocare quest’ultima Fantasia Finale targata Square-Enix che vi lascerà un segno quasi indelebile nei ricordi del giocatore.

Valutazione finale gioco

9,1

 

FacebookShare

1 Comments For This Post

  1. Shinesephiroth Says:

    Sono stato davvero felice a collaborare in questo grande sito spero presto di pubblicare una nuova recensione ….grazie VideoGamers

Leave a Reply

seguici su facebook seguici su twitter google+ youtube
Solo su Videogamers.it
Il Draken
Advertise Here
Blog Italiani Il Bloggatore
Advertise Here

CALENDARIO

ottobre: 2018
L M M G V S D
« gen    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031